Guida di viaggio – Tutti i consigli per viaggiare con serenità

guida-di-viaggio

 

Sicuramente state pensando che, nell’era dei social network e delle condivisioni con un clic, una guida di viaggio sia cosa già vista. Assolutamente vero, ne esistono migliaia. Anzi a dirla tutta ne esistono alcune che spiegano quale sia il modo ed il momento migliore per prenotare un volo.

Vi starete chiedendo : E’ tutto vero quello che ho letto in giro? Si, ma solo in parte.

Il mondo dei viaggi è molto più complesso di quello che ci vogliono far credere, ma grazie ad internet è diventato accessibile davvero a tutti, ma senza una guida, seria, si può cadere facilmente in tentazioni che poi finiscono per rovinarci le vacanze.

Quest’articolo, chiaramente, non vuole avere la presunzione di possedere in sè la verità assoluta riguardo al mondo dei viaggi, ma vuole, semplicemente, essere d’aiuto, per chi pratico di questo mondo non è, ed ha paura di organizzare un viaggio da solo perchè fermamente convinto che il tranello nella selezione della struttura dove sistemarsi o nel pagamento online sia dietro l’angolo.

Ma andiamo con ordine, ed affrontiamo il primo problema:

 

DOVE PRENOTO IL MIO VIAGGIO?

Per prenotare il nostro viaggio, abbiamo due scelte : rivolgerci ad un’ Agenzia di viaggio fisica, oppure, usare internet in autonomia (agenzia di viaggio online o prenotazioni separate).

Ora. Il mondo non è fatto solo di bianco o nero, ma di tante piccole sfumature di grigio, per cui, entrambe hanno i loro pro ed i loro contro :

 

  • AGENZIA DI VIAGGIO FISICA

E’ la soluzione che consiglio quando dovete organizzare un viaggio di nozze, o, un viaggio in località esotiche o poco conosciute.

Diciamocelo, organizzare in autonomia un viaggio di nozze , in Tailandia, per fare un esempio, è comunque fonte di stress, e quando si organizza un matrimonio non credo ci sia bisogno di aggiungerne altro. Per questo, se non si è proprio così esperti e sicuri di sè, il mio consiglio è quello di lasciar fare ad un professionista con una sede fisica. Questa soluzione ci permette di avere un punto di riferimento in caso di problematiche, sia in Italia, che all’Estero, cosa non del tutto scontata se si prenota in autonomia su internet.

Molti potrebbero anche voler aggiungere che un professionista del settore potrebbe consigliare meglio rispetto a quello che si trova online, ma la mia opinione è che questo non è vero. Le esperienze dirette degli utenti, sono anche più importanti, rispetto a quello che può raccontarti un agente di viaggio. Ricordiamoci, che lui è lì per venderci un prodotto, e non può, per dinamiche di vendita, essere del tutto sincero con voi.

 

  • USARE INTERNET IN AUTONOMIA

E’ possibile utilizzare internet in autonomia per viaggiare, in ogni altro caso non preso in considerazione nel paragrafo precedente. Quando si tratta di organizzare un viaggio in Europa, o in un luogo lontano, ma comunque molto battuto, come può essere New York o Tokyo, internet può farci risparmiare davvero tanto rispetto ad una agenzia di viaggio.

Portali come il nostro, ma ne esistono anche altri in rete, vi danno la possibilità di essere aggiornati su promozioni, codici sconto, offerte last minute, esperienze personali e tutto ciò che c’è da sapere per risparmiare, cosa che non troverete mai in un’agenzia di viaggio fisica. Se si ha un pò di fortuna e si riescono a combinare due o più promozioni in rete, si può davvero viaggiare pernottando in hotel a 5 stelle e volare con compagnie affermate, senza spendere un occhio della testa.

 

Una volta fatte le nostre valutazioni in questo senso, passiamo allo step successivo…

 


 

DOVE ANDARE?

La scelta del luogo dove andare viene dettata in genere dai sogni o progetti personali.

Qualunque sia il desiderio da voler realizzare, dal passeggiare per le vie di New York, al trascorrere le giornate a sorseggiare cocktail su una spiaggia caraibica, la realtà spesso ci è avversa. Quando abbiamo disponibilità economiche e tempo per viaggiare, guarda caso, quelle mete sono economicamente irraggiungibili.

Allora, chiederete voi, qual’è la soluzione?

Se abbiamo in mente una sola ed unica meta, e possiamo viaggiare solo in determinate date, non ci resta che logorarci l’anima ed aspettare che esca fuori l’offerta giusta, o prepararci ad affrontare qualsiasi spesa.

La soluzione alternativa, ed anche più invitante per alcuni,  è “non scegliere” 😀

Partendo dal presupposto che se vi piace viaggiare, sapete bene che ogni meta ha il suo fascino e le sue attrattive, e che qualsiasi posto vale la pena vedere almeno una volta nella vita, per conciliare “economicità” e “viaggio” basta lasciarsi guidare dalle promozioni

Se si ha un piccolo capitale a disposizione per un viaggio, non bisogna fare altro che girare per la rete alla ricerca di qualche valida promozione in cui investire.

Facciamo un esempio, se una compagnia aerea, nel momento in cui io mi dirigo sul suo sito, mi propone un 20% di sconto per viaggiare verso la Polonia, forse andrebbe colta l’occasione per visitare Varsavia o Cracovia.

Spesso capita che grandi compagnie come Alitalia o Qatar Airways, rilascino promozioni anche per tratte internazionali, a prezzi molto convenienti.

Ma questa tipologia di “approccio al viaggio” richiede qualche piccolo sacrificio:

  • Innanzitutto una forte flessibilità. Se la promozione dice che dovete partire un Lunedì e tornare un Giovedì di Aprile, allora dovrete avere abbastanza ferie e tempo per realizzarlo così come vi viene proposto.
  • Scordarsi, nella maggior parte dei casi, di attingere a promozioni che possano farvi viaggiare durante ponti o periodi festivi, questo perché la gran parte delle promozioni sono dedicate a periodi in cui gli aerei o i villaggi, stentano a riempirsi.
  • Poter prenotare, a volte, anche con largo anticipo.

Per poter essere sempre aggiornati sulle promozioni vigenti nel periodo in cui vogliamo effettuare un viaggio, basta tenere nei preferiti, alcuni siti, come anche il nostro, che pubblicizzano le promozioni delle varie compagnie, in modo da avere una visione d’insieme chiara e veloce, che vi faccia risparmiare tempo e denaro investito male 😉

 


 

QUANTE NOTTI DEVE DURARE IL MIO SOGGIORNO?

Abbiamo appena deciso in che luogo prenotare ed anche in che città andare, ora, non ci resta che scegliere quante NOTTI soggiornare.

La prima cosa da fare, è imparare a ragionare in notti quando si parla di viaggi.

Il primo motivo di tale affermazione è dovuto al fatto che voi pagherete gli alberghi in base al numero di notti in cui soggiornerete in una determinata località.

Come se non bastasse, ragionare in notti, vi aiuterà anche ad organizzarvi meglio. Perchè partire per Praga, per esempio, dal 9 al 12 Aprile, vi farà credere di avere 4 giorni per visitare la città, ma ciò è sbagliato, perchè presupporrebbe che voi siate già lì pronti per girare già dalla prima mattina, ed invece così non è.

Quindi, se arrivate a praga alle 14 e ripartite alle 16 del 12 Aprile, fatti due rapidi conti, avrete passato 3 giorni effettivi a Praga, e non 4.

Ora, tornando al nucleo della domanda, c’è da premettere che il numero di notti di un soggiorno può anche dipendere da una determinata promozione e da come essa è strutturata. In tal caso, abbiamo le mani legate.

Ma nel caso in cui ci stiamo muovendo in piena libertà, allora possiamo individuare 4 macro-categorie :

  • LE DESTINAZIONI INTERCONTINENTALI

Per questa prima categoria, il numero di notti ideali va dalle 7 alle 14. Questo lasso di tempo molto lungo è dovuto al fatto che la maggior parte del primo giorno e dell’ultimo giorno, li passeremo volando, senza contare che dovremo fare i conti anche con il fuso orario nei primi giorni in cui saremo lì. Quindi, un numero inferiore di notti, non ci darebbe neanche la possibilità di realizzare dove siamo e cosa visitare.

  •  LE GRANDI METROPOLI CONTINENTALI

In questa categoria, il numero di notti ideali è 5. Stiamo parlando, in pratica, di tutte le più grandi metropoli europee, che per non creare confusione, elenchiamo di seguito : Parigi, Berlino, Roma, MilanoLondra, Barcellona, Vienna e Mosca.

In queste città ci sono così tanti monumenti e luoghi di interesse da visitare, che un numero inferiori di notti, non ci permetterebbe di goderne appieno, lasciandoci un senso di insoddisfazione alla fine della vacanza. Toglietevi dalla testa di pensare di essere dei maratoneti e di poter visitare tutto ciò che di bello queste città hanno da offrire in pochi giorni, o finirete col tornare a casa distrutti.

  • LE PICCOLE METROPOLI CONTINENTALI

In questa categoria, il numero di notti ideali è 3. Stiamo parlando di località, che per quanto importanti siano, o hanno un numero di luoghi di interesse inferiore rispetto a quelle già citate, o sono notevolmente più piccole e quindi meno faticose da girare. Anche in questo caso, per non creare confusione, le elenchiamo di seguito : Tirana, Andorra, Bruxelles, Minsk, Sarajevo, Sofia, Nicosia, Città del Vaticano, Zagabria, Copenaghen, Tallinn, Helsinki, Atene, Dublino (4 notti ci possono anche stare), Reykjavik, Riga, Vaduz, Vilnius, Lussemburgo, Skopje, La Valletta, Chisinau, Podgorica, Oslo, Amsterdam (4 notti ci possono anche stare), Varsavia, Lisbona, Praga, Bucarest, Belgrado, Bratislava, Lubiana, Madrid, Stoccolma, Berna, Kiev, Budapest, Spalato, Zara, Lione, Bordeaux, Strasburgo, Colonia, Amburgo, Monaco di Baviera, Firenze, Napoli, Venezia, Cracovia, Manchester, Glasgow, Edimburgo, Cardiff, Belfast, San Pietroburgo, Siviglia, Valencia e Ginevra.

Come avete potuto notare, tra queste, ci sono anche alcune più flessibili di altre. In linea generale 3 notti sono ideali, ma se sognate da una vita di visitare Dublino o Amsterdam, allora anche 4 notti vanno benissimo, mentre ci sono anche piccole capitali come Podgorica o Lussemburgo, che se non avete intenzioni di girare altre località del paese per godere delle sue varie sfaccettature, che si possono girare anche in due notti ed un pò di impegno.

  • LE ALTRE CITTÀ EUROPEE

Per tutte le altre località non citate, il numero ideale di notti è 2. Esistono tante altre piccole realtà in giro per l’Europa che vale la pena visitare, ma sono centri urbani così piccoli, che solitamente vengono inseriti in itinerari più grandi, ad esempio : Anversa, Gent e Bruges (Fiandre), Granada, Santiago de Compostela e Saragozza (in Spagna), e se ne potrebbero elencare anche tantissime altre.

Non pensate che città del genere non valgano la pena essere visitate, perchè ogni città d’Europa, a mio parere, ha le sue bellezze nascoste e che vale la pena scoprire…Purtroppo bisogna fare una cernita, altrimenti una vita intera per visitarle tutte non basterebbe 😀

 


 

QUALE MEZZO DI TRASPORTO UTILIZZARE?

Dopo aver affrontato i dovuti preamboli, entriamo nel vivo della questione, e cominciamo con lo step immediatamente successivo a quello della location, ovvero, quale mezzo di trasporto devo utilizzare per arrivare da un punto A ad un punto B?

La risposta nella maggior parte dei casi può sembrare scontata. Infatti, difficilmente qualcuno penserebbe di prendere l’aereo per arrivare da Napoli a Roma, ma si preferirà il treno o l’auto propria.

Ma esistono casi in cui la risposta non è così scontata, quindi, affrontiamo la questione un passo alla volta, ed introduciamo le varie scelte elencandone le caratteristiche :

 

  • AUTO PROPRIA

E’ sicuramente il mezzo di trasporto più indicato per i piccoli spostamenti. Ma non è raro incontrare persone che hanno vissuto vere e proprie “epopee storiche” con la propria auto, magari arrivando a varcare anche i confini italiani.

Sicuramente tra i PRO della scelta di viaggiare con la propria auto, dobbiamo annoverare la massima libertà possibile. Non c’è monumento o luogo che ci è precluso quando viaggiamo con la nostra auto, per quanto lontano sia dalla nostra base. Inoltre, essa ci permette di fare meno fatica sotto il profilo fisico, in quanto, ci permette di camminare il meno possibile. A tutto questo, aggiungiamo anche un altro fattore molto importante, ovvero, quello di riuscire a tenere i costi sotto controllo. Quando siamo padroni del mezzo che utilizziamo, viene di conseguenza che, siamo noi a decidere se e quando fare rifornimento o se prendere una strada a pedaggio o meno.

Per quanto possano sembrare allettanti i pro appena elencati, ci sono dei CONTRO da tenere in assoluta considerazione quando si sceglie questo mezzo per viaggiare. Primo tra tutti il chilometraggio della nostra auto aumenta in maniera molto sensibile e questo può portare, nei casi più sfortunati, anche a guasti imprevisti. Quest’ultimo aspetto, in particolare, diventa veramente di difficile gestione se ci troviamo in un paese estero. Se a questi elementi aggiungiamo anche quelli più “pratici”, e cioè, la difficoltà nel dover incamerare in brevissimo tempo tutte le regole stradali del paese in cui ci si trova, allora diventa quasi lapalissiano che, la propria auto, è qualcosa da tenere in considerazione per viaggi brevi e, possibilmente, sul territorio italiano.

Per calcolare il vostro percorso e per avere un’idea, abbastanza vicina alla realtà, rispetto ai costi che dovrete affrontare per un viaggio in auto, io vi consiglio di utilizzare strumenti come il sito ViaMichelin, che ritengo davvero tra i più validi in rete.

 

  • AUTO A NOLEGGIO

Noleggiare un auto può essere un buon compromesso quando si è in un paese estero e non si vuole perdere nessun attrazione dello stesso, per quanto lontana e difficilmente raggiungibile possa essere. Quindi, possiamo cominciare col dire che l’auto a noleggio, ha uno dei PRO che abbiamo trovato già precedentemente, ovvero, una buona libertà di movimento. In questa lista, possiamo anche inserire un chilometraggio senza pensieri. Infatti, qualsiasi sarà il numero di chilometri effettuati, esso non sarà un nostro problema una volta riconsegnata l’auto.

Poi c’è un elemento che possiamo considerare BORDER-LINE. Il caso di un guasto all’auto, per esempio, può rappresentare un problema solo nel caso in cui il danno superi la franchigia concordata con il vettore che noleggia l’auto. 

La franchigia, infatti, può riguardare un PRO, se riusciamo ad azzerarla pagando qualcosina in più rispetto al prezzo “normale” giornaliero, o diventare un CONTRO, nel caso in cui quest’operazione non viene effettuata e l’auto subisca un danno di “grosso valore”. In entrambi i casi stiamo parlando di un’eventualità abbastanza remota.

Altro elemento da annoverare nella categoria dei CONTRO, è la difficoltà di tenere sotto controllo i costi, in quanto molte società ci pongono degli obblighi riguardo al chilometraggio o al consumo di carburante, quando ci sono polizze stipulate con la clausola “pieno-pieno”, ad esempio, è difficile quantizzare quanto verrà a costarci il pieno di quell’auto a fine vacanza. Ultimo elemento da prendere in considerazione è, anche in questo caso, l’impegno cognitivo nel dover incamerare e rispettare i segnali stradali e le regole “esplicite” ed “implicite” di guida del paese in cui ci troviamo.

Il mio consiglio è sempre quello di prenotare online l’auto prima della partenza. Lasciate perdere chi vi dice che è meglio farlo in loco per concordare un prezzo migliore. Durante l’anno passeranno davanti ai vostri occhi ottime promozioni che se saprete prendere al volo, vi faranno risparmiare molto, ed in più, vi daranno la certezza che quell’auto c’è ed è già a vostra disposizione quando arriverete, cosa non sempre scontata, soprattutto nei periodi di alta affluenza, nei luoghi di turismo.

I migliori siti online dove prenotare un auto per le vostre vacanze sono :

PREFERENZE PERSONALI SITI COMPARAZIONE PREZZI :

  1. Rentalcars
  2. Autoeurope
  3. BudgetAutonoleggio

 

  • AUTOBUS

Questo settore ha subito un grosso rinnovamento negli ultimi anni. Prima non c’era molta possibilità e neanche molta pubblicità per quel che riguardava i viaggi in autobus da una città ad un’altra.

Oggi, invece, con l’arrivo della compagnia Flixbus che ha, prima, assorbito l’unico suo competitor serio (la compagnia Megabus), e poi lanciato enormi campagne pubblicitarie su tutto il territorio ed anche in rete, le cose sono notevolmente cambiate.

Viaggiare in autobus è diventata un’esperienza di sicuro comfort e risparmio. Le tariffe sono di assoluto rispetto, spesso si riescono a trovare in rete tratte anche ad 1€, il prezzo di un caffè, il che è tutto dire.

Quindi, il primo PRO del viaggio in autobus è sicuramente il prezzo. A questo corrisponde anche un notevole comfort, in quanto gli autobus della compagnia sono tutti nuovissimi e comprendono anche prese di corrente e tutto ciò che serve per un viaggio senza stress. E grazie a questo tipo di gestione oculata, e alle innumerevoli nuove tratte e promozioni proposte, ad oggi sarebbe addirittura possibile girare un bel pò d’Europa senza mai cambiare mezzo di trasporto e compagnia.

Purtroppo però non mancano i CONTRO anche con questo mezzo di trasporto e questo tipo di gestione. Il primo è quello della lunghezza del viaggio. E’ innegabile infatti che l’autobus è uno dei mezzi più lenti e a rischio traffico e deviazioni, che possiamo usare per intraprendere un viaggio. Questo limita i confini di scelta, soprattutto per chi, per esempio, parte dal sud o centro Italia e vorrebbe arrivare in Europa. Tutto questo si può riassumere in un minor tempo spendibile nelle nostre mete di vacanza.

Una soluzione per ovviare a tutti questi problemi, potrebbe essere spostarsi per tratte brevi ma molto spesso, così da ammortizzare la lunghezza del viaggio.

 

  • TRENO

Il treno rappresenta una giusta via di mezzo quando bisogna percorrere delle distanze medie. Per esempio, è un mezzo molto comodo per viaggiare da Roma a Milano, o per collegarsi da Berlino a Praga, o, ancora, per spostarsi da città in città all’interno di una stessa nazione, come la tratta Eindhoven-Amsterdam.

Non ci sono particolari accortezze da seguire quando si prenota un viaggio in treno. Non sono molte le promozioni che si possono trovare in rete per viaggiare ad un prezzo agevolato, e quelle poche che ci sono, si basano sulla quantità di viaggi da poter realizzare su un determinato territorio. Non a caso, questi sconti, sono inseriti nelle city-pass di quasi tutte le città europee.

Il treno è preferibile (PRO), sostanzialmente, quando il viaggio in autobus è eccessivamente più lungo dello stesso, in termini di tempo. Inoltre, è innegabile, che per alcuni, il viaggio in treno può risultare più comodo in termini di spazio, rispetto alle sue alternative.

Per quanto riguarda invece le tariffe (CONTRO), il treno, negli ultimi tempi, è un mezzo che ha sviluppato davvero poche possibilità di risparmio, ma si è concentrato molto di più su programmi di fidelizzazione della clientela. Non è raro, infatti, imbattersi in viaggi aerei, molto più convenienti in termini di prezzo e durata, rispetto ad un viaggio in treno. Chiaramente, quando quest’eventualità si presenta, a meno che non abbiate una fobia del volo, non dovrete avere dubbi sul cosa scegliere.

 

Ecco alcuni siti utili per prenotare in autonomia il vostro viaggio in treno online :

  • Italo Treno – Una delle poche compagnie ad effettuare promozioni a scadenze regolari, ma a disponibilità molto limitata.
  • Trenitalia – Oltre che per le semplici prenotazioni, è possibile scovare promozioni legati ad eventi in determinate città.
  • Trainline – E’ il nostro sito di riferimento per la comparazione delle tariffe ferroviarie. Quando dovete muovervi in Italia, vi aiuterà ad individuare le tariffe più economiche in base alle vostre esigenze e vi darà la possibilità di prenotare due viaggi con due compagnie separate, con un’unica prenotazione ed un unico referente. Davvero utilissimo.
  • Voyages-SNCF – Ottimo sito di riferimento per visualizzare e prenotare, le tariffe ferroviarie, tra una città italiana ed una estera, a noi vicina. Per esempio, è molto valida per i collegamenti italiani con la Francia.
  • Rail-Europe World – Questo, invece, è il portale di riferimento, per ogni tipo di collegamento in Europa. Volete sapere quanto costa e volete prenotare il vostro viaggio in treno da Anversa a Gent? Questo è il sito giusto dove cercare. Nella sezione deals e promozioni, non è difficile scovare anche tessere per risparmiare il 20% (circa) per viaggi da effettuarsi in maniera illimitata su un determinato territorio.

 

  • TRAGHETTO

Ecco un mezzo di trasporto a media-lunga percorrenza che ci permette alcuni vantaggi che vale la pena sottolineare.

Nel corso delle nostre innumerevoli esperienze di viaggio, ci siamo imbattuti molto spesso in questo tipo di mezzo di trasporto, soprattutto in periodi estivi, ed abbiamo notato che il primo PRO, è rappresentato dalla possibilità di portare con sè “il proprio mezzo di trasporto su terra” e, con esso, ogni tipo di comfort. Quante volte vi siete imbattuti nel problema di poter portare o no con voi cose come : l’asciugacapelli, la macchinetta per il caffè, o altre utilità di questo genere? Quando si viaggia in aereo, lo spazio di ciò che si può portare è limitato a ciò che entra in una valigia. Ecco perchè, questo tipo di trasporto, è preferibile per quelle famiglie molto numerose, che non sono disposte a rinunciare ai loro comfort casalinghi. Se si prenota in maniera anticipata, non è raro imbattersi in sconti molto vantaggiosi (come, ad esempio : Auto-gratis, ritorno gratis, o altre promozioni simili).

La tariffa dei traghetti è un pò la croce e la delizia, di questo tipo di trasporto. Infatti, se non ci si imbatte in una buonissima promozione, può diventare un mezzo di trasporto particolarmente esoso. Perchè oltre alla vostra persona, dovrete pagare la vostra auto, ed eventualmente, i bambini al seguito. E viene da sè, che se viaggiate con i bambini, allora diventa quasi obbligatorio prenotare anche una cabina, e quando si aggiungono tutte queste cose, a tariffa piena, il viaggio diventa davvero caro. A questo, aggiungiamo anche il CONTRO che, almeno per quanto riguarda la nostra esperienza, è quello che ci ha fatto desistere più volte dall’utilizzare il traghetto come mezzo di trasporto, e cioè, la durata del viaggio. In alcuni casi, si passano giorni interi su un traghetto, prima di arrivare a destinazione, ed anche viaggiare di notte, se non si prenota una cabina, può diventare un vero e proprio incubo.

A quelli già elencati, bisogna aggiungere anche tutti i PRO ed i CONTRO dell’auto propria, che abbiamo elencato in precedenza.

 

Il sito di riferimento per la prenotazione dei traghetti è :

  • DirectFerries – Portale che vi permette di confrontare tutte le tariffe delle compagnie che effettuano una determinata tratta, in Italia ed in Europa, e di prenotare quella più economica. Inoltre, nelle sue tariffe, sono sempre inserite anche le promozioni attive, così da avere sempre la certezza di prenotare il viaggio più economico.

 

  • NAVE DA CROCIERA

Ed eccoci arrivati all’esperienza da provare almeno una volta nella vita. Non è raro imbattersi in persone che vedono la crociera come una vacanza “non da loro”, ma la realtà dei fatti è che una crociera è adatta davvero a tutti. Molti possono pensare che lo spazio fornito da una nave possa essere limitato, ma mai pensiero è più sbagliato. Personalmente ho fatto una crociera di 12 giorni nel Mediterraneo con Costa Concordia (si, uno degli ultimi viaggi prima che la nave affondasse al largo dell’isola del Giglio) e mi sono accorto solo l’ultimo giorno che c’erano ancora tantissime cose da vedere e fare sulla nave stessa.

Ma uno dei PRO che più mi sento di condividere con voi, è quello di svegliarsi ogni mattina in un luogo diverso. Credetemi, è davvero un’emozione unica, affacciarsi al balcone e rendervi conto che di fronte avete la bellissima città medievale di Rodi, oppure la caotica ed affascinante Alessandria d’Egitto. Ed il tutto in assoluto relax. Di giorno potete decidere se partecipare ad un’escursione organizzata o fare tutto in autonomia, e di sera, vi allieteranno con spettacoli sempre diversi e molto coinvolgenti.

La crociera, ha però anche i suoi CONTRO. Innanzitutto, il budget a disposizione per effettuare una crociera deve essere molto alto. Tutti i comfort che riceverete si pagano non solo in partenza, ma anche a bordo. Senza parlare poi delle escursioni organizzate, molto esose, ed in alcune città, anche inevitabili. Ma più di tutto, metterete sù peso. Va da sè che è inevitabile durante una crociera mettere su qualche chilo di troppo. Il relax è davvero tanto e le occasioni per fare uno spuntino sono anche troppe. E come se non bastasse, come si fa a scendere a Genova senza assaggiare la farinata, o in Turchia senza assaggiare il vero kebab turco? Capirete da soli, che ciò vi porterà ad un mese di dieta forzata prima della partenza 😀

 

Il sito di riferimento, che vi consiglio, quando si parla di crociere è :

  • Crocierissime – Portale che vi permette di comparare gli itinerari operati da tutte le compagnie europee e di individuare la tariffa più economica offerta dal mercato e prenotarla. Inoltre, anche in questo caso, tutte le tariffe comprendono le promozioni attive da parte delle compagnie, così da avere sempre la certezza di aver trovato il prezzo più economico.

Ecco invece i link alle Home Page delle compagnie che effettuano i loro itinerari con partenze dall’Italia :

  • Royal Caribbean – Personalmente, la compagnia che ritengo leader sul mercato, in quanto a lusso ed esperienza di viaggio.
  • Costa Crociere – Non lasciatevi ingannare dall’episodio della Costa Concordia. Per me la Costa Crociere rimane ancora una compagnia affidabile, oltre a quella che rilascia il maggior numero di promozioni durante l’anno.
  • MSC Crociere – Compagnia che, in questo momento, può vantare la nave più grande mai costruita in Italia. Affidabile e di lusso, alla pari con la Costa.
  • Norwegian Cruise Lines – Compagnia che sta scalando rapidamente le classifiche di gradimento dei croceristi. Inoltre, la sua flotta, presenta delle livree davvero molto affascinanti.

 

  • VOLO

Quando si parla di viaggi, il primo mezzo di trasporto che ci viene in mente è proprio l’aereo. Una volta lusso per pochi, oggi, è diventato di uso molto comune, grazie alla nascita di compagnie low cost, che hanno dato una nuova linfa vitale al settore.

Ad oggi si può a buon ragione dire che l’aereo è il mezzo più rapido ed economico per viaggiare nel mondo. Se alla sua attuale economicità aggiungiamo anche le tante promozioni che vengono rilasciate dalle varie compagnie, per combattere l’egemonia delle low cost, possiamo a buon ragione affermare che è il mezzo di trasporto preferito dalla maggior parte dei turisti.

Tra i CONTRO di questo tipo di trasporto, bisogna indicare che, molto spesso, le tariffe low cost sono effettivamente economiche, ma pongono una serie di limiti (grandezza del bagaglio a mano, posto non assegnato, ecc…) che possono mettere in seria difficoltà il passeggero. Ogni altro comfort, fuori tariffa base, si paga caro, quindi bisogna fare attenzione anche al grammo quando si prepara la valigia (e molto spesso siamo chiamati a sacrificare qualcosa).

Voglio darvi qualche dritta sulla prenotazione aerea :

In rete, qualche tempo fa, è apparso un articolo che faceva riferimento ad uno studio statistico in cui si diceva che bisogna prenotare in settimana per accaparrarsi le tariffe più economiche della rete.

Vero.

Non lo nego. Se avete a disposizione, per le vostre ricerche, il martedì ed il mercoledì pomeriggio, giorni in cui solitamente vengono rilasciate tutte le nuove promozioni, allora è molto facile che vi imbatterete nelle tariffe più economiche della settimana. Chiaramente, il Venerdì sera, il Sabato e la Domenica, vi imbatterete in quelle più alte, e non credo ci sia bisogno di spiegarlo. Più affluenza = Più persone disposte a spendere una cifra più alta per accaparrarsi un volo, quindi, le compagnie, alzano i prezzi.

Ma lo studio non prende in considerazione un altro elemento importante, che ho avuto modo di capire ed approfondire, durante il nostro ultimo viaggio a Praga. Siamo sicuri che siano i prezzi ad alzarsi e che non siano i posti messi a disposizione dalla compagnia a cambiare?

Quando mi sono trovato di fronte alla scelta di prenotare il viaggio per Praga con la compagnia Wizz Air, ho notato di come la tariffa variava in base al posto che il sistema ci proponeva in quel preciso istante. La tariffa più bassa l’ho trovata nel momento in cui sono stati proposti i posti centrali ed in corridoio. Mentre quando era il turno di un posto accanto al finestrino o in testa o in coda all’aereo, la tariffa si alzava sensibilmente.

Quindi, questo mi ha fatto capire che i posti meno cari, sono quelli che si trovano al centro dell’aereo ed in posizione corridoio.

Da lì, l’idea. Vuoi vedere che prenotando separatamente, in base al numero di posti richiesti in fase di prenotazione, il prezzo cambia?

Questa tesi, ha trovato compimento nel momento in cui, sono riuscito ad acquistare due posti a 80€ e due a 90€ (lontani tra loro chiaramente), pagando in totale 85€ a persona, a fronte dei 90€ a persona per una prenotazione fatta direttamente per 4 che mi proponeva il sito della compagnia. Il motivo di tale differenza di prezzo è facilmente spiegata. Quando si prenotava direttamente per 4, il sistema mi assegnava automaticamente un posto vicino al finestrino, e questo faceva lievitare il prezzo, invece, con le prenotazioni separate, mi ha assegnato 4 posti, entrambi (2 a 2) in corridoio, anche se in posizioni diverse (e questo ha fatto lievitare il prezzo della seconda prenotazione).

A questo, aggiungiamo anche che, il prezzo di un biglietto aereo per una determinata tratta, cresce, in base al numero di prenotazioni effettuate in un certo arco di tempo. Ecco perchè prenotare prima, solitamente, è più economico. Le prenotazioni effettuate su quel volo sono ancora poche ed i posti economici a bordo invece ancora disponibili.

 

Negli ultimi tempi, un utile strumento è venuto in soccorso dei turisti alla ricerca delle tariffe più economiche, e sono i portali di comparazione di tariffe aeree. A mio parere, i migliori sono :

  1. Momondo – Tra i tanti testati, questo è quello che restituisce, nella maggior parte dei casi, la tariffa più economica. Molto utilizzato ed utile anche per la prenotazione di voli intercontinentali a tariffe davvero agevolate.
  2. Skyscanner – Una volta leader in questo settore, a mio parere è stato scavalcato da Momondo in quanto ad efficienza. Utilissima l’opzione di visionare le tariffe per ogni singolo mese, ma molto spesso sono fuorvianti, e serve una ricerca approfondita per capire se siano veritiere o meno. Rimane comunque validissimo.
  3. TripAdvisor Flights – Come ogni aspetto di un viaggio, TripAdvisor è efficiente anche quando si tratta di prenotare voli.
  4. Jetradar – Interessante e già affermato progetto per la ricerca dei voli online. Rimane un gradino sotto gli altri.
  5. Beepry – Nuovissimo portale che promette davvero bene. Permette una ricerca multi-tratta come nessun altro portale. Non abbiamo ancora un’esperienza diretta di lungo termine per giudicarlo affondo, ma vi invitiamo a provarlo e a darci anche la vostra opinione 😉

Soggetti dei portali per la comparazione dei prezzi, sono le OTA (online travel agency), tra le quali le migliori in rete sono :

  1. Opodo – Nonostante in rete si possono leggere opinioni discordanti in merito, il sito trustpilot, indica Opodo come una delle migliori OTA in rete.
  2. Tripsta – Una delle compagnie più affidabili in rete, con un’ottima votazione su trustpilot.
  3. Kiwi – Prima sito di comparazione prezzi, ora è diventato un’OTA. Compagnia seria ed affidabile.
  4. Airfinder
  5. Flyuvet

Ponete però attenzione ad una cosa. Il prezzo che verrà messo in evidenza, è sempre quello corrispondente ad un determinato pagamento con una determinata carta di credito. Nel caso in cui non possiate usufruire di quel particolare tipo di pagamento, il prezzo può anche aumentare.

Ecco perchè, a volte, è molto comodo prenotare direttamente sul sito della compagnia di volo. In questo modo, si può usufruire di prezzi chiari sin da subito. Tenete sempre d’occhio le promozioni lanciate dalle varie compagnie sulla pagina dedicata del nostro portale : Voli in promozione.

 


 

IN CHE TIPO DI STRUTTURA SOGGIORNARE?

Se scegliere quale mezzo di trasporto utilizzare può essere considerata una scelta che si basa su dati oggettivi più che soggettivi, quella della struttura in cui soggiornare è sicuramente un tipo di scelta più soggettiva che oggettiva.

Certo i dati oggettivi non mancano, ma sono sicuramente meno incisivi rispetto all’argomento precedente.

 

  • ALBERGO

E’ la scelta più classica, quella che si fa quando si vuole andare sul sicuro. La categorizzazione a stelle, ci permette di avere subito un’idea chiara di qual’è il valore di base della struttura, ed il servizio di reception 24h ci permette di avere sempre un referente in caso di lamentele. E’ la scelta ideale ogni qualvolta andiamo a visitare una grande o piccola città. L’unica cosa di cui bisogna preoccuparsi quando si sceglie, è quello di valutare bene la zona in cui è locato. Secondo la mia opinione ed esperienza, basta che la posizione sia ottimale per poter raggiungere il centro con i mezzi pubblici e sia tranquilla di sera.

Badate bene che il sistema di categorizzazione a stelle, non è universalmente valido. Nei paesi dell’est Europa, ad esempio, scegliete un 4 stelle piuttosto che un 3, come base. I prezzi sono più bassi, ed è meglio spendere qualcosina in più per raggiungere standard più vicini ai nostri, che spendere di meno e ritrovarsi in un albergo mediocre.

Come per i voli, anche gli alberghi hanno i loro siti di comparazione per trovare i prezzi più bassi di una stessa camera sui vari portali di prenotazione. I migliori a mio avviso sono :

  1. Trivago – Tantissime opzioni da settare ed informazioni quasi sempre impeccabili. E’ sicuramente il leader del settore.
  2. TripAdvisor Hotel – Non è da molto che TripAdvisor ha introdotto anche il suo sistema di ricerca tariffaria per alberghi. L’ho utilizzato, e devo dire che pur trovandolo un gradino sotto Trivago, è preferibile a molti altri portali specializzati.
  3. Hotelscan – Tra i siti specializzati nel settore, per me è il numero 2. Mancano alcune opzioni di scelta fondamentali per poter raggiungere la vetta (come la possibilità di visualizzare i prezzi per camera con colazione inclusa).
  4. HotelsCombined – Non lo preferisco molto, ma ammetto che ha il pregio di rendere immediatamente chiara la migliore opzione “prezzo/qualità”.

 

I migliori siti specializzati in ricerca e prenotazione alberghiera della rete sono :

  • Agoda – E’ la compagnia più affidabile per le prenotazioni online, anche secondo il famoso sito di valutazione portali, Trustpilot.
  • Hotelsclick – Altra compagnia molto apprezzata in rete e con ottime valutazioni. Non rilascia molto spesso promozioni, ma ha una pagina molto interessante sulle offerte lampo che vi consiglio di tenere sott’occhio e che potete raggiungere a questo link.
  • Otel – Se ne sente parlare davvero poco come compagnia, ma è ad alto indice di gradimento. Direi decisamente buone e chiare le tariffe. Molto vasta la scelta degli alberghi proposti.
  • Hotel.info – Un portale serio, affidabile, e con quel “quid” in più che gli permette di scavalcare altri competitors più quotati. Giornalmente, la compagnia rilascia delle promozioni su alberghi molto ben quotati, in giro per il mondo, con uno sconto del 50%. Ovviamente, paragonando il prezzo anche su altri portali, lo sconto non è mai così corposo, ma è comunque veritiero, e quindi da non lasciarselo sfuggire. Potete raggiungere i deals di Hotel Info a questo link.
  • Amoma – Portale serio, affidabile, e con ottimi prezzi sull’Est Europa.
  • Hoteltravel – Scelta non vastissima, ma ottima affidabilità.
  • Hotels – Nonostante non manchino le lamentele in giro per il servizio che può essere o meno confacente alle aspettative di un turista, di recente la compagnia ha assorbito il famoso portale “Venere” per fondare un’unica grande società. Io ho prenotato con loro e mi sono sempre trovato bene. Ritengo molto valido il programma fedeltà, che permette di riscattare una notte gratis in albergo, ogni 10 prenotate.
  • Booking – E veniamo alla nota dolente. Il suddetto portale sarà quasi sempre quello col prezzo migliore quando farete una ricerca in rete. Questo succede perché, esperienza personale, non c’è nessunissimo controllo da parte della compagnia, sulle strutture proposte. Quindi, potreste anche ritrovarvi a soggiornare in un palazzo fatiscente in una zona poco raccomandabile, ma che avete scelto perché le foto e le recensioni trovate erano tutte positive. In definitiva, è decisamente sconsigliato prenotare un hotel o qualsiasi altra struttura su Booking, quando è presente solo sullo stesso e non trovate altre informazioni in rete. Usatelo davvero con le pinze e con parsimonia, solo così potrete fare davvero degli “affari”.
  • Expedia –  Un portale che ci ritroviamo molto spesso a pubblicizzare, ma che, colpa le tantissime prenotazioni effettuate in rete, può fallire. In particolare, abbiamo registrato delle lamentele sotto il profilo del customer service. A mio avviso però, resta un portale affidabile e con delle buonissime offerte. Verificate sempre gli alberghi su TripAdvisor prima di prenotare.

In alternative, potete prenotare direttamente sui portali delle diverse catene alberghiere. Tenete sempre d’occhio la nostra pagina di promozioni dedicata al seguente link 😉

 

  • APARTHOTEL

Ammetto candidamente, che questa è la mia soluzione di soggiorno preferita. E’ un tipo di struttura che unisce tutti i comfort di un albergo con quelli di un appartamento. E’ la giusta via di mezzo per chi gira molto di giorno e vuole rilassarsi la sera, in camera (solitamente con angolo cottura) senza lo stress di dover cercare un luogo dove cenare (ed in molti parti d’Europa non è così semplice come in Italia).

Soluzione ideale per quelle famiglie con bimbi piccoli, e che quindi hanno la necessità di preparare qualcosa di specifico alle loro esigenze.

 

  • BED AND BREAKFAST

E’ la soluzione ideale quando si rimane in Italia e non si vuole spendere molto. Solitamente gestiti da persone cordiali e preparate, rappresentano un’ottima soluzione per chi ama fare colazione la mattina presto, per poi uscire per godersi l’aria aperta di luoghi incantevoli.

Sconsiglio questo tipo di struttura all’estero, in quanto, la colazione continentale è decisamente diversa da quella italiana, ma non solo, siccome questo tipo di strutture sono dislocate per lo più in località di campagna o montagna, diventa difficile trovarle, soprattutto se il nostro interlocutore, dall’altra parte, non parla la nostra stessa lingua.

 

  • OSTELLO/PENSIONE

E’ la soluzione che meno preferisco in assoluto. Può andar bene per chi, di giovanissima età, è alla ricerca di una prima meta di viaggio lontana dal proprio paese, ed ha voglia di fare nuove amicizie in giro per il mondo. Per tutti gli altri target di riferimento, è una soluzione scomoda per svariati motivi. Innanzitutto, spesso, essi sono dei veri e propri dormitori dove si possono trovare 10-15 letti in un ambiente molto piccolo. Poi, nella stragrande maggioranza dei casi, hanno il bagno in comune, con tutte le difficoltà che questo comporta. E, come se non bastasse, non sono più così economici come una volta, in quanto, stanno cercando di riformarsi per donare al cliente maggior comfort ma questo presuppone delle spese che in qualche modo devono coprire.

 

  • APPARTAMENTO PRIVATO

Questa è una forma di soggiorno che sta prendendo decisamente piede negli ultimi anni. Battuta una sorta di sfiducia iniziale, il fenomeno ha avuto ampio risalto soprattutto con l’arrivo del portale AirBnb. Sempre più persone hanno cominciato a condividere la propria casa e a guadagnare nel farlo, mentre sempre più persone, spendevano meno per un soggiorno all’estero.

Col tempo però, questo tipo di mercato, si è andato uniformando a quello degli alberghi, azzerando, di fatto, la convenienza economica. In alcuni casi, infatti, non è raro trovare un buon albergo ad un prezzo inferiore rispetto ad un monolocale privato (con buone recensioni) in una stessa città.

Questo significa che il settore non ha futuro? Direi proprio di no.

Semplicemente il target di riferimento per questo tipo di offerta, a mio avviso, riguarda gruppi di 3 o più persone (compreso famiglie, per gli stessi motivi degli aparthotel) che, dividendo i costi, rendono la tariffa conveniente.

Sconsiglierei questo tipo di soluzione alle coppie.

Ecco una lista dei migliori portali in rete dove prenotare un appartamento privato :

  • HomeAway – E’ il portale con la scelta di appartamenti privati più vasta in assoluto. Questo lo espone anche a potenziali rischi, ma basta studiare bene l’annuncio e le sue recensioni, per stare tranquilli ed andare sul sicuro.
  • AirBnb – Lo abbiamo nominato come fautore dell’accrescimento del settore e credo non abbia bisogno di ulteriore presentazioni.
  • FriendlyRentals – E’ tra i portali più apprezzati dalla rete, parola di Trustpilot. Purtroppo le città in cui sono presenti i suoi appartamenti non sono moltissime, e quindi potrebbe non riuscire ad accontentare tutti gli utenti. Buona presenza in Spagna.
  • WaytoStay – Anche questo tra i portali più apprezzati in rete. Presente nelle maggiori metropoli europee.
  • HomeStay – Rispetto ai due portali precedenti è molto più presente nelle varie città europee. Può essere una valida alternativa.
  • RentalsCombined – Portale di cui si hanno poche informazioni in rete, ma che sembra strutturato in maniera promettente. Potrebbe rivelarsi una piacevole sorpresa nel settore.
  • Wimdu – Nella rete è il più chiacchierato del settore. Sono davvero tante le lamentele che si trovano in giro, dalle tariffe poco chiare ad appartamenti non corrispondenti agli annunci. Se lo avete già provato e vi ha convinto, credo che possa essere una valida alternativa visto anche la buona valutazione su Trustpilot, altrimenti, non mi sento di consigliarlo.

 


 

COME STRUTTURARE IL PROPRIO ITINERARIO?

Volevo concludere questa guida con un piccolo consiglio sul come strutturare il proprio itinerario una volta arrivati a destinazione.

Poniamo il caso di avere come destinazione Barcellona e di aver scelto di restare per 4 notti. Tutto quello che bisogna fare, prima di partire, è scaricare da internet una bella mappa turistica della città. Se non la trovate, anche una semplice mappa cittadina con l’indicazione dei vari punti d’interesse può andar bene.

Una volta fatto ciò, suddividete la mappa in quattro (come il numero delle notti) quadranti uguali. Fatto ciò, visitate le attrazioni nei quadranti più vicini alla zona dove risiederete nel primo e nell’ultimo giorno, e lasciate i quadranti più distanti per i giorni centrali. Così facendo, limiterete i grandi spostamenti (e consequenzialmente anche i costi) e risparmierete energie per i giorni più pesanti (che sono solitamente quelli della partenza e del ritorno).

 


 

Con quest’ultimo consiglio, la nostra guida di viaggio esclusiva può dichiararsi conclusa.

Il nostro obiettivo è quello di fare in modo che resti sempre aggiornata per chiunque ne abbia bisogno.

Spero vi sia di grande aiuto per i vostri prossimi viaggi 😀

 

Un caloroso saluto a tutti i nostri cari lettori 😉

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi