Viaggio nei luoghi di “Origin” di Dan Brown – Bilbao, Barcellona, Madrid e Siviglia

Continuiamo ormai una lunga tradizione del nostro portale.

Ad ogni nuovo romanzo di Dan Brown, solitamente, corrisponde anche un nuovo itinerario alla scoperta dei luoghi mistici e segreti di tutta Europa.

Anche questa volta Dan Brown non ci ha deluso.

La nazione oggetto di questo nuovo romanzo è la Spagna.

Bilbao, Barcellona, Madrid e Siviglia sono le nuove destinazioni che ci apprestiamo a visitare, in questo nuovo, ed entusiasmante itinerario, alla scoperta delle “origini dell’uomo”. 😀

Per chi non avesse avuto ancora modo di leggere questo romanzo, vi lasciamo tutti i riferimenti per l’acquisto online:

 

 

 

 

Il nostro itinerario prevede:

  • Viaggio dalla città di partenza a Bilbao
  • Soggiorno di 2 notti a Bilbao
  • Aereo da Bilbao a Barcellona
  • Soggiorno di 3 notti a Barcellona
  • Treno da Barcellona a Madrid
  • Soggiorno di 2 notti a Madrid
  • Treno da Madrid a Siviglia
  • Soggiorno di 2 notti a Siviglia
  • Volo di ritorno da Siviglia alla città di partenza

 


 

 

BILBAO

Il professor Robert Langdon arriva a Bilbao, e precisamente al museo Guggenheim, per assistere ad una presentazione organizzata da Edmond Kirsch, uno dei suoi primi studenti ad Harvard, insieme ad Ambra Vidal, la direttrice del Museo.

Kirsch sta per rivelare al mondo un’incredibile scoperta che: “Cambierà per sempre il volto della scienza”.

La serata viene interrotta prima che la preziosa scoperta di Kirsch possa essere svelata.

La Cattedrale di Santiago di Bilbao è un perno del Cammino omonimo. Si trova nella zona del Casco Viejo, il più pittoresco e suggestivo quartiere di Bilbao. 

Il Museo Vasco è una tappa obbligata di Bilbao: infatti, questo museo offre una panoramica sulla storia, l’archeologia e l’etnografia della civiltà basca.

 

BARCELLONA

Robert ed Ambra attraverseranno uno dei luoghi più sacri al mondo, l’Abbazia di Montserrat.

Il luogo è affascinante, sia per l’importanza religiosa in sè che per le numerose leggende che la circondano.

Il monastero, inoltre, custodisce la reliquia della “Morenita”, la Vergine Nera.

La facciata esterna dell’edificio è rivestita di pietra grezza; fu proprio questa particolarità che le avvalse l’appellativo de La Pedrera. In effetti l’edificio presenta l’aspetto di parete rocciosa, ondulata, plasmata da forze geologiche, grandioso basamento di una statua alla vergine del Rosario che Gaudí intendeva collocare in sommità. L’intero edificio è quindi privo di linee rette, perfino le piante dei cortili interni e degli appartamenti seguono un disegno curvilineo. La struttura, infatti è costituita da una griglia irregolare di travi metalliche e di pilastri di materiali e dimensioni variabili, all’interno della quale si trovano le tradizionali volte catalane in laterizio, permettendo una disposizione libera delle divisioni interne.

La Sagrada Familia di Gaudí è progettata come se fosse la struttura di un bosco, con colonne a forma di alberi che vanno a dividersi in modo da formare dei rami che sostengono la struttura a volte iperboloidi intrecciate. Le colonne sono inclinate in modo da ricevere al meglio la pressione perpendicolare alla loro sezione, e sono realizzate a forma elicoidale a doppia elica, come i rami e i tronchi degli alberi. L’unione di questi accorgimenti impiegati nel formare le colonne (inclinazione, forma elicoidale, ramificazione in varie colonne più piccole) permette di sostenere semplicemente il peso delle volte senza utilizzare i contrafforti esterni.

Da segnalare soprattutto la facciata della Gloria, che è ancora in costruzione. Orientata a mezzogiorno rappresenta l’uomo all’interno della Creazione: la sua origine, i suoi problemi, le strade da seguire e la sua morte.

 

MADRID

Il Palazzo Reale di Madrid, anche chiamato Palazzo d’Oriente, riprendendo il nome della piazza sulla quale si affaccia ad est.

Fu residenza della famiglia reale spagnola fino alla sua distruzione causata da un terribile incendio avvenuto la vigilia di Natale del 1734, ai tempi di Filippo V.

Molti dei suoi tesori artistici andarono perduti; tra loro più di 500 quadri.

La ricostruzione del palazzo avvenne sotto commissione del re di Spagna Filippo V, il quale ordinò che il palazzo venisse ricostruito nello stesso luogo, ma che fosse fatto solo di pietra senza neanche un pezzo di legno (esclusi gli arredi) per evitare futuri incendi. L’incarico venne affidato a Filippo Juvara, ma sarà Sachetti a proseguire dopo la morte del primo. I lavori iniziarono nel 1735 e durarono 26 anni. Il primo sovrano a stabilirvisi nel palazzo fu Carlo III nel 1764.

Il Museo del Prado è una delle pinacoteche più importanti del mondo.

Vi sono esposte opere dei maggiori artisti italiani, spagnoli e fiamminghi, fra cui Francisco Goya, Hieronymus Bosch, El Greco, Pieter Paul Rubens, Tiziano, Diego Velázquez.

Nel museo si trova il quadro intitolato La Gloria, dipinto da Tiziano per Carlo V, il quale, insieme al ritratto dell’Imperatrice, lo accompagnò nel suo ritiro nel monastero di Yuste a Cáceres in Estremadura.

Viene conservato anche il Retrato ecuestre de la reina Margarita del pittore Bartolomé González, dove vengono esibiti due dei gioielli più famosi del Gioielliere della Corona di Spagna: la perla chiamata Peregrina (che fu proprietà di Elizabeth Taylor) ed il diamante Estanque, rinvenuto nel territorio di Madrid e tagliato da Jacome Trezzo.

Si trovano, altresì, i dipinti con cui Goya decorò il suo podere di Madrid chiamato La quinta del sordo. Dopo aver acquisito la proprietà dal barone Emil d’Erlanger, ne ordinò il trasferimento su tela e, dopo aver presentato le opere a Parigi, dove non incontrò l’interesse del Museo del Louvre, decise di lasciarle in eredità al Prado.

Il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia è un museo d’arte moderna ed arte contemporanea di Madrid, dedicato a tutta la produzione artistica dall’inizio del Novecento ad oggi. La grande attrazione del museo è la Guernica di Pablo Picasso. Il Reina Sofía possiede inoltre opere di Salvador Dalí, Juan Gris, Joan Miró, Julio González, Eduardo Chillida, Antoni Tàpies, Lucio Muñoz, Jorge Oteiza, José Luis Gutiérrez Solana, Pablo Gargallo, Pierre Bonnard, Vassily Kandinsky, Georges Braque, Joseph Beuys, René Magritte, Wolf Vostell, Nam June Paik, Mark Rothko, Roy Lichtenstein, Francis Bacon, Lucio Fontana, Pablo Palazuelo, Pablo Gargallo, Joan Rebull, Luis Gordillo, Jorge Oteiza, José Luis Gutiérrez Solana, Elena Asins, Francisco Bores e altri artisti significativi. Presenta inoltre una libreria specializzata in arte, con una collezione di oltre 100.000 libri, 1.000 video e 3.500 registrazioni.

 

SIVIGLIA

La Cattedrale di Santa Maria della Sede di Siviglia è la più grande cattedrale gotica del mondo.

La Giralda (detta anche torre del Balistrieri) nonostante la sua autonomia, esercita la funzione di torre e campanile della cattedrale di Siviglia. È un patrimonio dell’umanità dal 1987. La sua base si trova a 7,12 metri sul livello del mare, ha 13,61 metri di lato ed un’altezza di 104,06 metri. Venne costruita basandosi sull’aspetto del minareto della moschea Kutubia di Marrakech (Marocco), anche se la chiusura superiore e la torre campanaria sono in linea con il Rinascimento europeo.

Passando dalla Cattedrale si può salire in cima alla Giralda fino a 70 metri di altezza e dominare tutta la città di Siviglia.

Una particolarità della torre sono le scale che non esistono, si sale tramite 34 rampe circolari, sistema molto più comodo dei gradini e che un tempo consentiva ai Muezzin di arrivare in cima in sella del loro cavallo.

L’Alcazar di Siviglia resta uno dei migliori esempi di architettura mudéjar, stile sviluppatosi durante il regno cristiano della Spagna, ma che utilizzò influenze architetturali islamiche.
I successivi monarchi aggiunsero parti all’alcázar. Carlo V apportò modifiche in stile gotico, in contrasto con le precedenti sezioni in stile islamico.

 

(Fonte: Wikipedia)

 


 

 

Le città più indicate per organizzare il nostro viaggio sono Roma e Milano.

E’ infatti possibile partire da entrambe le città per Bilbao e tornare alle stesse da Siviglia (chiudendo così il cerchio del nostro itinerario).

I voli diretti da Roma Fiumicino per Bilbao partono ogni Mercoledì o Sabato con la compagnia Vueling alle 14.45, ma esistono anche molti voli indiretti che potrebbero fare al caso vostro. Il costo medio è di circa 60€ a persona (prenotando in anticipo).

I voli diretti da Milano per Bilbao partono ogni Mercoledì con Easyjet, alle 11.30; ed ogni Domenica con Vueling alle 12.55. Il costo medio è di circa 30€ a persona (prenotando in anticipo).

I voli diretti da Siviglia per Roma Fiumicino partono ogni giorno con le compagnie Vueling e Ryanair in orari serali. Il costo medio è di circa 40€ a persona (prenotando in anticipo).

I voli diretti da Siviglia a Milano (Bergamo Orio al Serio) partono ogni giorno, alle 20.45, con la compagnia Ryanair. Il costo medio è di circa 30€ a persona (prenotando in anticipo).

Il nostro consiglio è quello di prenotare le vostre tratte, seguendo le indicazioni da noi fornite, sul portale Momondo.

 

Ecco quali sono le tratte “fisse” da prenotare per realizzare questo itinerario:

PARTENZAORARIO A/RPRENOTA
Bilbao
(per Barcellona)
vari
(Vueling)
35€ (circa)
Barcellona
(per Madrid)
vari
(Renfe)
75€
Madrid
(per Siviglia)
vari
(Renfe)
47€

 

I voli vanno prenotati il prima possibile, in quanto sono soggetti a cambiamenti anche significativi in breve tempo.

 


 

 

Ecco quali sono le nostre strutture consigliate per il vostro soggiorno nelle varie località:

STRUTTURAINCLUDEPRENOTA
Sercotel Hotel Gran Bilbao 4*Qualità/prezzo
Wi-Fi
82€ p/n (doppia)
Ibis Bilbao CentroEconomico
Wi-Fi
66€ p/n (doppia)
BBK Bilbao Good Hostel Budget
Wi-Fi
Colazione
45€ p/n (doppia)
Sercotel Amister Art Hotel 4*
(Barcelona)
Qualità/prezzo
Wi-Fi
111€ p/n (doppia)
Capri by Fraser Barcelona 4*Economico
Wi-Fi
87€ p/n (doppia)
Ibis Barcelona Meridiana 2*Budget
Wi-Fi
72€ p/n (doppia)
NH Madrid Ribera del Manzanares 4*Qualità/prezzo
Wi-Fi
76€ p/n (doppia)
Ibis Madrid Centro 2*Economico
Wi-Fi
75€ p/n (doppia)
Hotel Nuevo Madrid 4*Budget
Wi-Fi
51€ p/n (doppia)
Hotel Monte Carmelo 4*
(Siviglia)
Qualità/prezzo
Wi-Fi
104€ p/n (doppia)
Hesperia Siviglia 4*Economico
Wi-Fi
96€ p/n (doppia)
Exe Siviglia Palmera 4* Budget
Wi-Fi
71€ p/n (doppia)

 

I prezzi sono quelli delle camere doppie come valore indicativo. Altre camere per altri nuclei possono essere disponibili.

 

Per ogni vostra ricerca in autonomia, affidatevi al portale Trivago, HotelsCombined 😉

Se invece cercate un appartamento, affidatevi ai portali: HomeAway, TripAdvisor, 9Flats, Only-Apartments 😉

 


 

 

Ecco l’elenco delle attrazioni da prenotare per l’itinerario:

ATTRAZIONECITTA'PRENOTA
Guggenheim BilbaoBilbao10€
Museo VascoBilbao3€
Casco ViejoBilbao0€
Tour di MontserratBarcelona45€
La PedreraBarcelona20€
Sagrada FamiliaBarcelona18€
Palazzo Reale di MadridMadrid23€
Museo del PradoMadrid15€
Museo Reina SofiaMadrid34€
Cattedrale di Siviglia + AlcazarSiviglia40€

 


 

 

Per parcheggiare l’auto all’aeroporto di riferimento: MyParking ; Looking4parking ; Parclick

Cerca la lista dei tour e delle attrazioni su Viator

Il portale Rentalcars è la nostra risorsa n°1 in rete per la ricerca di un auto a noleggio.

Guida Lonely Planet Spagna

 


 

 

Il budget considerato è così composto: Soggiorno di 9 notti tra Bilbao, Barcellona, Madrid e Siviglia + volo A/R da Milano o Roma + attrazioni consigliate.

Partendo in 2. Prezzo a persona.

PARTENZAVIAGGI+HOTEL+ATTRAZIONITOTALE P.P.
Milano217€+275€+208€700€
Roma257€+275€+208€740€

 

[paypal_donation_button]

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*