Guida di viaggio – Amsterdam, Volendam ed Eindhoven

 

INTRODUZIONE

I nostri viaggi all’estero, come ormai avrete avuto modo di capire, non si fermano mai alla visita di un’unica città. Credo che fermarsi solo alla capitale, o ad una grande metropoli, quando si va all’estero, potrebbe diventare, a lungo termine, limitativo per un turista.

Pensate alla bellissima Toledo a pochi chilometri da Madrid, o alla bellissima Sintra a due passi da Lisbona. Non visitare due località del genere sarebbe un vero e proprio delitto per ogni turista che si rispetti.

Così, anche questo viaggio ad Amsterdam, è diventato buono per visitare sia le campagne a nord della capitale (Broek in Waterland, Marken e Volendam), sia la città di Eindhoven (molto più a sud rispetto alla prima).

Lasciatemi spendere anche due parole di elogio per il senso civico e la popolazione olandese. Non ci siamo sentiti mai così sicuri a camminare per le strade di una città, e mai, ci siamo divertiti così tanto nell’esplorare ogni singolo aspetto di una capitale.

Il costo della vita è alto, ma i servizi offerti ai cittadini sono così ben strutturati ed efficienti, che, sono convinto, il cittadino olandese non troverà alcuna difficoltà ad accettarli.

Se non siete abituati a vivere in una città dove esistono piste ciclabili che collegano tutto (come me), allora fate molta attenzione quando camminate per strada, o vi ritroverete in un poco confortevole faccia a faccia con una bici lanciata a tutta velocità. 😀

 

 

LE NOSTRE ESPERIENZE DI VOLO

Non avendo particolari cose da dire riguardo l’esperienza di volo, vorrei consigliarvi invece un semplice “trucco” per abbassare il prezzo del volo A/R per la capitale olandese.

Molto spesso ci si limita a considerare un volo di andata e ritorno con arrivo e partenza nello stesso aeroporto.

Ci sono però casi in cui spostarsi in un aeroporto a pochi chilometri dalla città in cui si arriva potrebbe diventare molto conveniente a livello economico.

Da pochi mesi, infatti, è attiva la tratta Ryanair che collega Eindhoven con l’aeroporto di Napoli. In linea con le tariffe della low cost irlandese, abbiamo trovato un volo di solo ritorno dalla città olandese ad un prezzo non solo vantaggioso, ma anche scontato del 10%.

Provando però varie combinazioni con voli d’andata, il prezzo tendeva a lievitare troppo. Così, abbiamo pensato di combinare un volo di andata con la compagnia Easyjet (con partenza il 28 Agosto, sempre da Napoli).

Questo ci ha permesso anche di risparmiare sul costo del biglietto di sola andata per spostarsi da Amsterdam ad Eindhoven (19€ a persona per un’unica tratta invece di due).

Con due prenotazioni separate e questo semplice trucco, anche voi potrete approfittare di un budget maggiore per visitare le tantissime attrazioni che la città ha da offrire 😉

 

 

AMSTERDAM

La prima cosa di cui vi accorgerete una volta arrivati ad Amsterdam è che, i veri protagonisti di questa città, sono gli splendidi canali, dichiarati dall’UNESCO, patrimonio dell’Umanità.

Inoltrandovi al suo interno, vi accorgerete di quanto diventi sempre più bello ed attraente perdersi tra le sue strette vie, e passeggiare lungo i canali. Amsterdam è una città unica nel suo genere. Molti la paragonano a Venezia, ma per me, ha un’organizzazione ed un rispetto per il turista, che noi italiani, purtroppo, non lo possiamo neanche immaginare.

 

TELEPORT HOTEL AMSTERDAM

Prenotato a pochissimi giorni dalla data di partenza, il Teleport Amsterdam Hotel, si è rivelata una scelta azzeccatissima sotto molti punti di vista.

Innanzitutto la sua vicinanza (5 minuti a piedi) alla stazione di “Amsterdam Sloterdijk” (dove potrete utilizzare treno, autobus o tram per raggiungere il centro).

Il prezzo di una tratta A/R da Sloterdijk al centro è di 5,90€ a persona e dura appena 6 minuti (la scelta decisamente migliore).

Tornando alla descrizione dell’albergo, come dicevo in precedenza, siamo rimasti molto colpiti dal personale poliglotta e molto simpatico, dalle pareti della camera affrescate con simpaticissimi disegni, e dal fatto che, nella nostra camera, fosse presente anche un forno a microonde e tanti altri utensili per fare colazione ed anche un pasto fugace, se necessario.

All’entrata poi c’è il pezzo forte, una spiaggetta finta (con tanto di piscina) e delle bellissime e comode sedute per godersi le piacevoli serate olandesi, magari sorseggiando una birra offerta dallo staff.

Già, perché, piccola curiosità, se decidete di rinunciare al servizio di pulizia in camera per il giorno successivo, vi verrà regalata una birra ad occupante 😀

Davvero una simpatica idea per risparmiare mantenendo alta la soddisfazione dei clienti.

La proposta è davvero ottima sotto il rapporto prezzo/qualità, e vi consiglio di prenderla seriamente in considerazione.

Potete prenotare il Teleport Hotel QUI.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

LE ATTRAZIONI DI AMSTERDAM

GITA SUL CANALE CON LA COMPAGNIA LOVERS CANAL CRUISE

Prenotata in anticipo ed attiva fino alle 22 di sera, la crociera sui canali con la compagnia “lovers canal cruise”, è stata la prima cosa che abbiamo fatto appena usciti dalla stazione centrale (purtroppo in ristrutturazione).

Questo ci ha permesso di godere, innanzitutto, dei molti aneddoti e delle curiosità sugli abitanti di Amsterdam e della loro città (le case pendenti, il perchè vengono chiamati “testa di formaggio”, ecc…) e ci ha permesso di prendere un primo orientamento. Sin da subito, risulta chiaro che la maggior parte delle attività locali, si svolgono proprio lungo i canali della città.

La gita ci ha permesso di guardare da vicino: la casa di Anna Frank, la Westerkerk, il quartiere Jordaan, una ricostruzione della Nave “Amsterdam”, il museo delle scienze “Nemo”, il più grande ristorante asiatico sull’acqua, e la Chiesa di San Nicholas (patrono di Amsterdam).

Tutto sommato un’esperienza particolare e ben realizzata.

Consigliata a tutti.

Prezzo: 16€ a persona con audioguida in 18 lingue inclusa (11€ se acquistata in combinazione con il Rijksmuseum o il Van Gogh Museum).

Prenotabile: QUI.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

MAGNA PLAZA SHOPPING CENTER

Se dalla stazione centrale cominciate ad inoltrarvi nella città, la prima cosa che vi troverete ad ammirare, sarà proprio la maestosa entrata di questo centro commerciale.

Premetto che, non essendo amanti neanche in Italia degli Shopping Center, abbiamo evitato accuratamente la visita, ma dall’esterno sembrava promettere molto bene.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

PIAZZA DAM

Attrazione principale del centro, piazza Dam è un vero e proprio ritrovo per turisti. Qui, tutti i giorni, vengono allestiti spettacoli da parte degli artisti di strada, che vi terranno incollati lì per parecchi minuti. Tutt’intorno potrete ammirare il municipio e l’imponente Museo delle cere Madame Tussaud.

Buon ritrovo, più di giorno che di sera.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

QUARTIERE A LUCI ROSSE

Sicuramente avrete sentito tante storie sul quartiere più famoso della città. Quello che vi possiamo dire, per esperienza personale, è che il quartiere è decisamente “a misura di turista”.

Per molti quest’aspetto potrebbe essere visto come negativo, ma per me non lo è.

E’ importante ricordare che ad Amsterdam è fatto divieto di girare per le strade bevendo birra, o fumare determinate sostanze al di fuori dei locali in cui è permesso.

Questo rende le strade estremamente sicure, in modo che anche le famiglie possono girare tranquillamente.

Le famose vetrine di Amsterdam sono “abbastanza” sobrie (non è assolutamente possibile fare foto) e questo rende piacevole e divertente il giro. Qui noterete un certo innalzamento dei prezzi rispetto a quelli attuati nel resto della città.

In ogni caso, consiglio la visita entro le ore 24 e meglio se in coppia o da soli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

SPUI

Spui è un quartiere molto intimo che si trova non lontano dal Mercato dei Fiori, basta seguire i cartelli turistici sparsi per tutta Amsterdam per raggiungerlo. Una volta lì, ci siamo resi conto che la zona in questione è molto meno turistica delle altre, e frequentata da abitanti della zona. In questo caso ci è capitato addirittura di sentirci dire che uno dei ristoranti che si trovavano in zona era al completo (di prenotazioni) ed avremmo dovuto aspettare almeno 45 minuti per sederci.

Non metto in dubbio che sia una bella zona, ma resta un pò distante dal centro e dalle attrazioni principali ed è troppo intima per rappresentare un “must” per i turisti.

 

DAMSTRAAT

Dopo aver fatto un buco nell’acqua al quartiere di Spui, per una cena fugace, ci siamo diretti in una delle vie che avevamo avuto modo di notare dirigendoci dalla stazione verso Piazza Dam.

La Damstraat è una via di collegamento piena di locali per bere o mangiare che abbiamo decisamente apprezzato. Negozi di souvenirs (tra cui uno “fantasy” per gli amanti del genere), pizzerie, pub, ristoranti tailandesi, insomma qui troverete sicuramente un locale dove passare una piacevole serata, senza allontanarsi troppo dal centro.

Consigliata.

 

JORDAAN

Il Jordaan nacque come quartiere popolare di Amsterdam, ma ben presto sono subentrati artisti, giovani e studenti, che lo hanno reso molto caratteristico e piacevole.

Camminare per le sue viuzze è stato piacevole, ma molto meno rispetto a quello che mi aspettavo. Probabilmente sono rimasto troppo vicino alla sponda del Prinsengracht per scorgere tutte le particolarità di questo luogo.

Ci siamo diretti verso la moschea aspettandoci qualcosa di caratteristico da vedere o fotografare, ed invece ci siamo trovati davanti ad un portone con una scritta che indicava che lì c’era una moschea.

Sulla Westerstraat si svolge uno dei mercati più grandi della città.

La visita è consigliata se avete un paio d’ore di tempo prima di una cena.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

CASA DI ANNA FRANK

La visita alla casa di Anna Frank va organizzata con ampio anticipo. E’ infatti prevista la possibilità di acquistare online il biglietto per l’attrazione fino alle 15.30.

Dalle 15.30 in poi è prevista la possibilità di fare la fila per entrare (per chi non ha prenotato), che a quel punto, sarà già bella lunga, e sarete impegnati per circa 2 ore prima di poterla visitare.

Noi non abbiamo potuto prenotare la visita in anticipo, in quanto era già tutto pieno e non ce la siamo sentiti di perdere almeno 2 ore per la visita, perdendoci le bellissime passeggiate sui canali. Così vi abbiamo rinunciato.

In ogni caso, la visita è consigliata specialmente a coloro che hanno letto da poco o ricordano bene la storia della protagonista, in modo da poter cogliere ogni dettaglio raccontato.

Prezzo: 8€

Prenotabile: QUI.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

REMBRANDTPLEIN

Di ritorno dalla nostra gita fuori porta ad Amsterdam (che vi racconteremo più avanti), abbiamo deciso di passare la serata in una delle piazze della città che ci ha colpito di più, anzi, direi, decisamente quella che ci ha colpiti di più.

La Rembrandtplein è una piccola piazza piena di vita non lontana dal Mercato dei Fiori.

Appena giunti, sarete rapiti dalla statua di Rembrandt che ha ai suoi piedi la rappresentazione (tramite statue) del suo quadro più famoso: La Ronda di Notte.

L’idea è molto simpatica. Molti sono stati i turisti che abbiamo visto passare di qui e che si sono divertiti nel fotografarsi, in varie pose, all’interno del quadro.

Molti sono anche i locali che si diramano tutt’intorno alla piazza e tutti molto piacevoli alla vista.

Inoltre, ad una certa ora, un gruppo di artisti di strada ci ha deliziati con la loro Urban Art, coinvolgendo tutti i presenti.

Insomma, decisamente un luogo da non perdere se visitate Amsterdam.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

RIJKSMUSEUM

Siamo partiti da casa con la consapevolezza che uno dei giorni che avremmo passato ad Amsterdam sarebbe stato piovoso. Così ci siamo programmati la visita al quartiere dei musei proprio per quel giorno lì.

Il tram numero 12 ci ha prelevati alla stazione di Sloterdijk e ci ha portati direttamente nel quartiere desiderato.

Appena arrivati, abbiamo trovato il museo di arte moderna e contemporanea ad accoglierci (lo Stedelijk Museum), che per preferenza personale, abbiamo deciso di saltare.

Il Rijksmuseum è invece uno dei musei d’arte più grande che io abbia mai visitato. Ci vorranno almeno 3 ore per visitare “soltanto” le cose che vi interessano di più. Il 1700 con le opere di Rembrandt, Vermeer, Steen e de Hooch, tra gli altri, rappresenta il punto forte del museo.

Una piccola chicca per voi: Scaricando l’App Rijksmuseum avrete la possibilità di evitare completamente di acquistare l’audioguida, grazie ai file audio di cui potrete usufruire tramite l’App. Basterà digitare i 3 numeri corrispondenti vicino ad ogni quadro per ottenere ogni notizia sullo stesso.

Una visita assolutamente da non perdere. I Bambini potrebbero stancarsi presto e costringervi ad uscire prima di vedere tutto ciò che vi interessa.

Prezzo: 17.50€ (Biglietto salta-fila)

Prenotabile: QUI.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

VAN GOGH MUSEUM

Passiamo dal museo più grande che io abbia visitato, ad uno dei più interessanti e coinvolgenti: Il Van Gogh Museum.

Un museo dedicato ad un unico artista potrebbe risultare meno coinvolgente di altri, ma in realtà, vedere le opere e l’arte di un’artista, crescere e migliorare col tempo, è qualcosa di veramente straordinario. Questo museo lo paragonerei a quello di Picasso a Barcellona. Entrambi meritano assolutamente una visita per conoscere affondo due artisti eccezionali.

I Mangiatori di patate, i girasoli, i mandorli in fiore ed opere meno conosciute e poco note ma dalla bellezza sconvolgente.

L’unico appunto è che non abbiamo potuto ammirare una delle opere di Van Gogh che apprezzo maggiormente, ovvero, la Stanza, in quanto il quadro era in manutenzione.

Altra simpatica idea di chi gestisce il museo è quella di affidare ad ogni genitore con bambini una cartellina con tanti giochi ed enigmi da risolvere per intrattenerli durante la visita. Davvero un’ottima idea.

Il museo chiude alle 19.

Anche questa è una visita da non perdere, ed anche i bambini si divertiranno insieme a voi.

Prezzo: 17.00€ (Biglietto salta-fila)

Prenotabile: QUI.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

VONDELPARK

A pochissimi passi dal quartiere dei musei, questo bellissimo e davvero enorme parco, è una bellissima realtà, ben tenuta, vicinissima al centro cittadino.

Nello stesso è presente un percorso di circa 3 chilometri che gli olandesi amano percorrere con ogni condizione atmosferica, oltre alle immancabili bici.

Tanti sono gli angoli da fotografare: Teatri, spot fotografici per innamorati, stagni, lagune, tantissimi volatili e tanto altro.

Purtroppo la nostra visita è durata meno di quanto volevamo, in quanto, la pioggia ci ha presi alla sprovvista costringendoci ad uscire prima del tempo, ma quello che abbiamo visto ci ha decisamente affascinato.

Un’attrazione consigliata davvero a tutti, un bellissimo luogo dove riposarsi, pranzare e riprendere fiato tra una visita e l’altra.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

LEIDSEPLEIN ED HARD ROCK CAFE’ AMSTERDAM

Il Leidseplein è un quartiere dov’è possibile trovare una gran quantità di locali dove passare la serata, ma l’attrazione principale, è sicuramente l’Hard Rock Cafè.

In maniera molto rapida ci hanno trovato un posto nel locale ed abbiamo potuto girare tra le scarpe di Elton John, i foulard di Cher e la chitarra di Bo Diddley.

Tutti molto pazienti e simpatici, i camerieri hanno reso la nostra esperienza davvero piacevole ed i panini sono stati soddisfacenti.

Purtroppo non siamo riusciti a visitare il resto del quartiere, ma è sicuramente una valida alternativa se decidete di restare in zona la sera.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

FLOWER MARKET

Ecco un’altra cosa che avrete sempre sotto agli occhi in Olanda: fiori. Gli olandesi amano adornare ogni cosa con essi, e questo rende il paesaggio molto piacevole alla vista.

Il Flower Market è un vero e proprio “mercatino dei fiori”, non lontano da Rembrandtplein, ed è un posto unico per acquistare i bulbi di tulipani da piantare magari in un bel giardino 😀

I tulipani non sono gli unici protagonisti di questo mercato, infatti, troverete tantissimi fiori tra cui scegliere.

Consigliata una visita veloce per un souvenir caratteristico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

REMBRANDTHUIS

La casa museo di Rembrandt è una delle attrazioni che dovete visitare se amate l’artista olandese. Le opere contenute al suo interno non sono tra le più conosciute, ma avrete l’occasione di rivivere il suo modo di vivere e fare le cose giorno dopo giorno. E questa non è una cosa che capita spesso.

Molte opere dei suoi allievi, qui conservate, sono davvero notevoli, e la visita agli studi dove le opere più belle dell’arte olandese hanno avuto vita, è stata davvero emozionante.

Visita consigliata.

Prezzo: 13.00€ (Biglietto salta-fila)

Prenotabile: QUI.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

BROEK IN WATERLAND, MARKEN E VOLENDAM

Informandoci sui luoghi più belli nei dintorni di Amsterdam ci siamo imbattuti in immagini di queste tre bellissime località. Approfondendo il discorso abbiamo visto che le località erano tutte collegate grazie ad una società di autobus (la EBS) che con un biglietto giornaliero di 10€, permette di visitare tutti i luoghi caratteristici delle campagne a nord di Amsterdam.

La stazione degli autobus si trova proprio alle spalle della stazione centrale di Amsterdam. I tabelloni elettronici vi indicheranno quale autobus prendere per visitare le città selezionate (ci sono anche Monnickendam, Edam e tante altre che valgono una visita).

Noi abbiamo deciso di fare questo giro perchè ci sembravano le località più interessanti, e per certi versi, non avevamo tutti i torti.

Troverete tutti i dettagli QUI.

 

BROEK IN WATERLAND

Sulla strada per Monnickendam e Marken, questa piccola cittadina è un vero e proprio gioiellino. Sembra un paese uscito fuori dal tempo, messo lì apposta per i turisti. Ma in realtà vi basterà poco per capire che lì le persone ci vivono e che conducono una vita da sogno, difficile da non invidiare.

Tanti ponticelli, un lungo canale che attraversa la città, fiori ovunque e case con giardini davvero mozzafiato.

Inoltre, vi verrà data la possibilità di noleggiare una barca o una canoa, per un giro sui canali molto più tranquillo rispetto a quello che potreste fare ad Amsterdam.

Rilassante e pieno di spot fantastici per realizzare delle bellissime foto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

MARKEN

Molto più turistica rispetto alla prima, Marken, è una città che fin da subito vi farà capire di essere un luogo turistico, grazie ad un grande negozio di souvenir (che incontrerete appena entrati in città) dove, se siete fortunati come noi, vi verrà mostrato anche il modo in cui realizzano le tipiche calzature olandesi (in pratica degli zoccoli di legno molto duri e pesanti.

Continuando a vagare per la cittadina, vi imbatterete nella piccola chiesa, in un memoriale della seconda guerra mondiale, ed infine, vi ritroverete sul porto, il pezzo forte della città.

Qui potete acquistare un biglietto di sola andata per Volendam (non incluso nel prezzo di 10€ pagato in precedenza per gli autobus), o tornare alla fermata degli autobus e, seguendo le indicazioni della mappa, arrivare nella sopra citata cittadina.

Noi abbiamo scelta la prima alternativa.

Il prezzo è di 8€ per una tratta di sola andata a persona e di 10,50€ per un bigliettio A/R.

Tutte le informazioni utili le trovate QUI.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

VOLENDAM

Questa è la vera perla di questo imperdibile giro nelle campagne olandesi.

Arrivare dal mare è decisamente molto più suggestivo che arrivare via terra, ma non lo ritengo obbligatorio se si vuole godere di questo piccolo gioiellino.

Arrivati al porto di Volendam veniamo accolti da una serie di localini davvero molto tipici ed invitanti. Camminare all’interno della città è stato piacevole e rilassante come passeggiare tra le strade di Broek in Waterland, ed il porto è un luogo pieno di locali dove gustare dell’ottimo pesce fritto al momento (cercate di arrivare per ora di pranzo).

A Volendam potete visitare anche lo stadio della squadra locale che ha raggiunto degli ottimi livelli nel campionato olandese, ed il Marinapark, una sorta di parco acquatico direttamente sul mare.

Ciliegina sulla torta, non molto distante dal porto, anche se richiede comunque una bella camminata, è possibile visitare anche un vero e proprio mulino, dismesso dal 1988, ancora in ottime condizioni (ma non è possibile visitarne gli interni).

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

EINDHOVEN

Direttamente dalla stazione di Amsterdam Sloterdijk abbiamo potuto prendere un treno diretto a Maastricht e di passaggio ad Eindhoven.

La tratta costa 19€ circa a persona.

Appena arrivati ad Eindhoven ci siamo trovati di fronte ad un’altra, organizzatissima città olandese, addirittura, per molti aspetti, più tecnologica ed efficiente di Amsterdam.

Ovviamente anche qui le bici la fanno da padrone.

Appena usciti dalla stazione di Eindhoven vi troverete proprio di fronte alla fermata degli autobus (tra i quali anche l’Airport Shuttle), costo bel biglietto 3,75€ qualsiasi sia la distanza da percorrere. Purtroppo ci siamo resi conto troppo tardi che la nostra era più breve del previsto 😀

 

HOTEL LA REINE

Eindhoven è una città molto ricca, e lo noterete sicuramente anche voi quando in albergo vi chiederanno 3,50€ a persona, a notte, come tassa di soggiorno.

Ma bisogna anche dire che il nostro albergo era un 3 stelle che ne meritava almeno 4. La stanza era davvero molto bella, pulita e ben tenuta. Oltre ad un letto king size avevamo anche un divanetto ed un bagno ipertecnologico. Sono rimasto davvero molto soddisfatto della scelta.

Colazione carissima, come in tutta l’Olanda, quindi non vale la pena prenotarla lì, anche perchè dovrebbe farsi in un edificio contiguo.

Potete prenotare l’Hotel La Reine QUI.

 

CHIESA DI SANTA CATERINA

L’imponente chiesa si erge proprio nella piazza centrale della città. E’ davvero molto bella ed è stato un peccato arrivare così tardi e non poterla visitare al suo interno.

Proprio nel giorno in cui siamo arrivati, in città era prevista una corsa amatoriale, e quindi, per l’occasione, siamo stati anche allietati da un gruppo di musicisti a supporto dei corridori.

Non perdetevela se decidete di passare per Eindhoven.

 

STRATUMSEIND

La Stratumseind è una stradina, attigua alla piazza centrale, piena di locali di ogni sorta, molto famosa in Olanda.

Qua potete trovare davvero di tutto. Ogni sorta di bar, locale o ristorante che soddisfi il vostro palato.

In città, è il posto giusto dove passare le vostre serate.

 

Ci sono anche altre attrazioni da visitare ad Eindhoven, ma il poco tempo a nostra disposizione non ci ha permesso di scovarle.

La città ci ha comunque convinti su una cosa. Passare per Eindhoven senza passarci anche solo una notte, potrebbe essere un’occasione sprecata. Essa è molto di più che un semplice scalo aeroportuale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

E con questo è tutto cari sognatori 😀

Al prossimo viaggio 😉

 

 

Author

info@itineraridiviaggi.it

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi