Due giorni a Palma de Mallorca

Il viaggio è nato così….Vado su internet, vedo quali tratte si trovano a prezzo scontato, ed organizzo un viaggio last minute per i miei 30 anni. Detto fatto!

Partenza da Roma Ciampino, destinazione, Palma de Mallorca!

Siamo nel Maggio 2013.

Ci imbarchiamo nel primo pomeriggio per l’isola più grande delle Baleari. La Ryanair è in orario, e ci porta a destinazione in tempo utile per sistemarci in albergo e scendere subito sulla spiaggia di El Arenal.

Il nostro albergo infatti si trova lì. Non molto distante dal centro di Palma.

DSCN1320

Vedendo tante persone sulla spiaggia a fare il bagno, nonostante la temperatura non sia altissima, decidiamo, anche noi, di dedicarci il promo bagno stagionale! 😀

Fuori dall’acqua si gela, così, dopo aver sperimentato le bellissime acque dell’isola, ritorniamo in stanza per una doccia e ci buttiamo tra le strade di El Arenal alla ricerca di un locale dove mangiare.

El Arenal non è una delle zone più rinomate per i turisti italiani, tuttavia la passeggiata sul lungomare è piacevole. Tra i tanti locali, ne scegliamo uno a naso, vome nostro solito, e facciamo il pieno di tapas!

DSCN1318

Ce n’è davvero per tutti i gusti!

Soddisfatti della cena, ce ne andiamo a nanna, il giorno dopo ci aspetta un full-immersion nella città.

2° giorno a Palma de Mallorca

Prendiamo l’autobus 520 che ci collega direttamente, in pochi minuti, col centro di Palma. Non c’è bisogno di impazzire, il biglietto si compra tranquillamente sull’autobus. La cittadina è bellissima. C’è verde e fontane ovunque, e passeggiare per la città è un piacere. Ci buttiamo sulla Passeig de Born, la via dello shopping.

Tantissime negozi di perle, come da tradizione.

DSCN1340

Sfortunatamente però incomincia a piovigginare e così ci rifugiamo in un bar. Ed è stata una bellissima sorpresa. Perchè anche qui, come da tradizione americana, c’è l’uso di riunirsi nei bar per assistere agli eventi sportivi del giorno.  Erano in corso gli Internazionali di Roma, e si stava disputando il match tra Rafael Nadal (idolo del luogo) e David Ferrer, anche lui spagnolo. Uno scontro fratricida che si concluderà al 3°set con la vittoria del Mallorchino.

Dopo questo allegro intramezzo, ci dirigiamo all’attrazione più importante della città : La Cattedrale di Seu.

DSCN1328

DSCN1329

Una cattedrale davvero maestosa ed austera, che ci ha sorpresi in quanto a mole ed a bellezza. Anche i suoi interni rapiranno il vostro tempo, con splendidi rosoni e cappelle molto particolari.

La nostra visita continua per le strade di Palma, dove ci imbattiamo anche nella curiosa struttura della Llotja, la vecchia piazza borsa di Mallorca.

DSCN1339
La Llotja

Nel frattempo si fa sera, e decidiamo di dedicarci un buonissimo piatto di Paella, nel locale che TripAdvisor indica come il più buono di Palma de Mallorca, il “Celler Sa Premsa”.

DSCN1348

Il locale è molto carino ed anche molto affollato. In ogni caso non rimaniamo delusi dalla cena, anzi. La Paella che ci viene messa davanti è cucinata divinamente, ha un sapore davvero unico!!!

Purtroppo il nostro tempo a disposizione è finito. Torniamo ad El Arenal e ci facciamo un ultimo giretto per il lungomare.

Il giorno dopo ritorniamo a Roma.

 

La mia impressione è che Palma de Mallorca abbia da offrire molto di più di quello che abbiamo visto, e quello che abbiamo visto non è poco. La città è ben lontana da una cittadina di mare, ma è una vera e propria metropoli tutta da scoprire. E’ un’isola che rivisiterò sicuramente, per goderne anche delle 300 e più spiagge presenti su tutta l’isola.

 

Al prossimo diario di viaggio 😉

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi